Pista di lavoro per le attività estive 2020

Sulla strada di Emmaus

Le tracce del Risorto

Tessere ancora una volta la rete delle relazioni più significative nei contesti della quotidianità. Potrebbe sintetizzarsi così il tempo che stiamo vivendo dopo aver attraversato la fase in cui tutte le attività sociali si sono fermate a causa delle ben note vicende della pandemia.

La ripresa ci ha colti ormai alle soglie dell’estate, stagione tradizionalmente dedicata alle attività educative e ludiche che richiedono un tempo disteso e maggiore sforzo organizzativo. C’è spazio, quindi, anche per proporre ai ragazzi di tornare in parrocchia per gustare ancora una volta la gioia di stare insieme.

Per questo motivo l’Ufficio diocesano per la Catechesi ha ideato un sussidio contenente alcune idee da sviluppare e adeguare alle concrete esigenze di ciascuna comunità. La proposta “Sulla strada di Emmaus: le tracce del Risorto”, per animare le attività estive di parrocchie ed oratori, nasce da un espresso desiderio dell’Arcivescovo, per affrontare le sfide di un tempo sicuramente inedito che richiede di cogliere tutte le opportunità in modo da guardare con fiducia all’avvenire.

Considerando la novità che abbiamo di fronte, e con una buona dose di prudenza, non è bene rinunciare del tutto alle attività educative che caratterizzano la vita di parrocchie e associazioni nel tempo d’estate. Come dice il nostro Arcivescovo Filippo “La situazione difficile che stiamo vivendo chiede un salto di qualità nelle nostre comunità” (Messaggio del 18 maggio 2020), che unisca un pizzico di fantasia e il coraggio di intraprendere vie nuove.

Questi suggerimenti sono stati pensati per animare il periodo di una settimana con attività da svolgere in presenza, con piccoli gruppi. Ma è dedicato un apposito spazio anche a giochi da svolgere a distanza, utilizzando le risorse online.

I vari moduli possono essere utilizzati singolarmente, a scelta degli operatori, perché si sviluppano in modo autonomo.

Sono due le storie che fanno da sfondo integratore alle varie proposte:

  • Come amici alla mensa della tenerezza di Dio – Per i fanciulli della Tappa eucaristica ci sono sei racconti tratti dalla vita dei santi (testo di riferimento PALAGI, Beato zoo!, LEV, disponibile online).
  • Testimoni coraggiosi del Risorto – Per i ragazzi della tappa crismale i sei racconti sono tratti dal Nuovo Testamento e si riferiscono a testimoni della risurrezione.

Ogni giornata è strutturata con un video che racconta brevemente la figura scelta e una serie di attività da svolgere (in presenza e a distanza). Ogni giorno si fa la proposta di attualizzazione con specifiche attività.

Il titolo “Sulla strada di Emmaus: le tracce del Risorto” vuole indicare la certezza dell’incontro col Risorto lungo le strade di ogni tempo. In compagnia dei santi facciamo anche oggi esperienza del “cuore che arde” a somiglianza di coloro che hanno visto il Signore nei giorni pasquali.

Tutto il lavoro è stato curato dall’équipe diocesana, con la guida di don Lucangelo De Cantis.

In particolare:

  • La sezione  video è stata coordinata da Paolo Simonetti con Mariella Adamo, Silvana Basso, Giuditta Lupo
  • la sezione attività in presenza da Teresa Di Mitri con Angelo Leuzzi, Dora Zigrino;
  • la sezione attività a distanza da Marcella Scarciglia con Enza Lacorte, Anna Lippolis, Stella Roberto;
  • la sezione attualizzazioni da Rossella Carmignano e Antonio Cecere con Antonella Miccoli

Ci auguriamo che il presente Sussidio risulti utile per la vita dei gruppi. Il tempo dell’estate possa vederci impegnati nel restituire alle nostre Comunità il volto di un luogo generativo di relazioni, incontri, legami. La ripresa del lavoro a settembre segnerà un ulteriore momento per utilizzare le risorse presenti in questo testo.

Tutti abbiamo sperimentato lo smarrimento di fronte alla crisi improvvisa, come catechisti ci siamo sentiti forse impreparati a gestire il nostro ruolo con modalità “a distanza”. Si tratta di raccogliere questa sfida e valutare tempi e modi per apprendere linguaggi ormai diffusi, considerando la possibilità di integrare anche il mondo del digitale.

In allegato sono disponibili i file da scaricare in formato A4-PDF; chi volesse scaricare i file in formato A5-PDF per stampare dei libretti può trovarli a questo link

Paolo Simonetti